Circolarità del lavoro: “vecchie” aziende verso il futuro | Blog in Black Tie
Lanciata all’inizio di gennaio, la survey che indaga l’approccio all’innovazione da parte dei manager delle grandi aziende continua a raccogliere dati.
black tie professional, innovazione, survey manager, survey innovazione.
21490
post-template-default,single,single-post,postid-21490,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-2.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.8.1,vc_responsive

Agilità e organizzazioni: come traghettare le “vecchie” aziende verso il futuro?


 

Black Tie Professional - agilità organizzazioni circolarità del lavoro

 

In un recente articolo di Mckinsey, “The five trademarks of agile organizations”¹,  gli autori illustrano i punti in comune che condividono le organizzazioni definite agili. Nell’articolo della McKinsey Agile Tribe si sottolinea come circa il 10% delle organizzazioni analizzate abbia intrapreso percorsi verso questo nuovo modello organizzativo, ma molte altre abbiano in programma questo cambiamento solo nel prossimo futuro.

 

Il concetto di agilità delle organizzazioni si avvicina e riprende in parte l’idea di circolarità del lavoro, concetto caro a Black Tie Professional tanto da farne le fondamenta del proprio modello operativo e di business.

 

Approfondisce il tema ancora una volta Nicolò Boggian, Fondatore e Managing Partner di Black Tie, che in un recente intervento sul blog della FederManager Lombardia dirigentindustria.it, illustra alcuni fenomeni nel mercato del lavoro come chiari punti di rottura con il passato. Il concetto di circolarità del lavoro a cui si riferisce Boggian nel suo Il futuro del lavoro,  tratteggia una visione dell’organizzazione multidimensionale e circolare appunto, con forte orientamento alla sperimentazione di modelli alternativi che garantiscano flessibilità, contaminazione, diversità.

 

Ora, se per entrambi i concetti – agilità delle organizzazioni e circolarità del lavoro – i vantaggi sono evidenti sia in termini umani (per esempio la riconfigurazione delle dimensioni attualmente in contrapposizione vita privata- lavoro) sia in termini di efficienza dei processi aziendali (come dimostrano alcuni dati di Mckinsey che legano l’aumento di agilità in un’azienda a un conseguente aumento di fatturato), è innegabile che il percorso suggerito – se non altro in quanto nuova strada da percorrere – richiede opportuni adattamenti e pianificazione per minimizzare i fattori di rischio per l’azienda.

 

Ed ecco il nocciolo della questione: se è chiaro che l’azienda del futuro è agile, come possiamo rovesciare il paradigma di funzionamento delle organizzazioni di vecchio stampo che risentono della rigidità e lentezza tipiche di strutture modellate come “macchine ipergerarchizzate”? O se vogliamo, per usare le parole di Boggian, come possiamo lavorare sulle aziende di oggi per far sì che vadano a costruire, a tendere,

 

un mercato del lavoro diffuso, partecipato e collaborativo che consenta confini meno rigidi tra esterno ed interno e riassegni diritti e doveri, impegni e responsabilità (…)?

 

La risposta non si trova ancora nei libri di storia, ma è necessariamente più sartoriale, flessibile, sostenibile e umana.

 

 

 

L’articolo originale di McKinsey si può trovare all’indirizzo https://www.mckinsey.com/business-functions/organization/our-insights/the-five-trademarks-of-agile-organizations



LASCIA LA TUA EMAIL:

SEGUICI SU:

COPYRIGHT © 2014 BLACK TIE                       Black Tie di Nicolò Boggian & Co. S.a.s.C.F./ P.IVA: 02394650036